Esito de I Fantastici 5 sensi: abbattere le barriere mentali

Finalmente il grande giorno è arrivato. Tutto pronto per l’esito conclusivo del percorso chiamato I Fantastici 5 sensi: abbattere le barriere mentali.

Il foyer del Teatro Comunale di Bologna è pronto per accogliere gli host e i visitatori del pomeriggio organizzato nell’ambito di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del Turismo Responsabile  a cura di Associazione Farm | Associazione Local Pal.

Fili di lana colorati, pezzi di carta, delle cuffie gigantesche, una valigia piena di oggetti da indovinare, una lingua da imparare, un provare a segnare in LIS una frase di accoglienza, una mascherina rossa coi i pois bianchi che ha fatto chiudere gli occhi ai partecipanti portandoli a spasso tra immagini, ricordi e percezioni.

A ogni persona è stato chiesto di associare un colore e una parola connessa al concetto di accoglienza.

 

 

Calore, casa, condividere e sorridere, ascoltare, coccole, cibo, regalare un momento di vita privata…tante le suggestioni scritte da chi era presente.

 

 

 

 

Un percorso che dopo vari incontri ha sciolto tutti i temi affrontanti e li ha racchiusi regalando a chi ha avuto la possibilità di essere presente un percorso inedito, di cui sono state tracciate solamente le prime linee guida.

Percorso inedito ma ora già un po’ più compreso che permette di avvicinarsi all’altro abbattendo barriere di paura e incomprensione, di distacco dovuto all’incognita; una trama di esperienze da cucire assieme per essere un po’ meno lontani da quello che ci circonda, da noi stessi e tra noi. L’immedesimazione certamente rappresenta la chiave che ha fatto scattare la serrature e ha permesso di costruire insieme l’evento che dal quotidiano ha celebrato semplici rituali che scandiscono momenti precisi di una “giornata tipo”, momenti precedenti al viaggio e quelli presenti in ogni giorno.

Abbiamo scelto anche in questo caso di pubblicare una gallery fotografica per lasciare a chi leggerà una propria immedesimazione e opinione senza barriere.

 

Il percorso rientra anche nell’ambito del Festival dello Sviluppo sostenibile organizzato da ASVIS.

Ringraziamo Patrizia Pulga per le fotografie scattate!

 

 

 

 

 

 

 

Una bicicletta per due. La manutenzione dei tandem verso l’appuntamento Sensi dell’Appennino

In vista dell’appuntamento del 1 giugno Sensi dell’Appennino a cura di  Museo Tolomeo , Marco Fossati (formatore IRIFOR) con Partner Dynamo, nel mese di maggio sono stati organizzati alcuni workshop a cadenza settimanale dedicati alla conoscenza, al contatto, al tatto e alla riparazione dei tandem che verranno utilizzati per l’evento pensato all’interno di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del Turismo Responsabile.

Il tema portante è riparare le biciclette facendo collaborare in primis gli studenti del corso Centralinista, operatore dell’informazione nella comunicazione dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza di Bologna con l’intento  – sostiene Fabio Fornasari – “di dare vita a un’esperienza di autonomia nella progettazione di una gita”.
Grazie a questo percorso i ragazzi sono chiamati ad allestire e a svolgere la manutenzione di tutti gli strumenti utili  per la realizzazione dell’evento che terminerà con la realizzazione e lo svolgimento dell’itinerario stesso.
Ma come capire in che condizioni sono le biciclette che verranno utilizzate per visitare l’Appennino?

Qui entra in gioco Simone Turano della Ciclofficina etica, una delle ciclofficine che fa parte della rete Bike Friendly Salvaiciclisti Bologna, che in questa giornata ha un doppio compito: riparare i tandem e raccontare la gestualità che compie, gli oggetti che adopera, i pezzi della bici che tocca e di cui fa la manutenzione.

 

 

Simone è coadiuvato dall’aiuto di Fabio Fornasari – referente del progetto – Marco Fossati – docente IRIFOR – Mobilità e Orientamento – e Francesca Calia dell’Istituto dei Ciechi.

 

 

Lo stato dei lavori prosegue e i ragazzi sono all’opera nell’Atelier del Museo Tolomeo.

Gli studenti infatti si sono avvicinati ai tandem, ne hanno studiato le parti analizzando successivamente il percorso della gita su una mappa tattile dei Giardini Margherita e infine hanno sperimentato le due ruote facendo un primo giro in tandem nel cortile del Cavazza.

Pronti, partenza, via?
Vi aspettiamo il 1 giugno per la biciclettata in TANDEM – per vedenti e non vedenti. Il ritrovo è presso l’Istituto Cavazza alle ore 10.00.
Maggiori info:
Email: museotolomeo@cavazza.it
Tel: Fabio Fornasari – 3355229468

ph Simona Zedda

 

Un racconto visivo. I Fantastici 5 sensi alla Gabbia del Leone. Superare le barriere fisiche questo il topic

Il 27 maggio nell’ambito di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del Turismo Responsabile ha avuto luogo presso le Serre dei Giardini Margherita  il workshop I Fantastici 5 sensi: abbattere le barriere fisiche  a cura di Associazione Farm | Associazione Local Pal.

Vi presentiamo alcune immagini del pomeriggio trascorso assieme firmate da Nicoletta Valdisteno.

Un foto racconto di questo appuntamento condotto da Michele Landolfo di Universalaccess  che ha approfondito il concetto di barriera fisica e d’inaccessibilità motoria, di tecnologie per facilitare la comunicazione e superare le barriere intese in senso lato.

 

IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del Turismo Responsabile. Gli eventi nell’ambito di I.T.A.CÀccessibile

Manca poco all’inizio di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del Turismo Responsabile.

Un anno speciale questo 2018. Un anno che non solo vede festeggiare il decimo compleanno del Festival ma che ha fatto viaggiare il team di IT.A.CÀ verso Madrid per vincere e rititrare il terzo premio nella categoria UNWTO Awards for Innovation in Non Governmental Organizations per l‘eccellenza e l’innovazione nel turismo.

Venerdì 25 maggio si comincia con l’inaugurazione di IT.A.CÀ, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile  . Fino al 4 giugno tante iniziative a Bologna per parlare di turismo, sostenibilità, rigenerazione urbana e turismo responsabile. Per l’occasione segnaliamo gli appuntamenti che fanno parte della rete I.T.A.CÀccessibile e che in questi mesi abbiamo avuto modo di seguire. Vedremo infatti all’interno della decima edizione del Festival gli esisti conclusivi dei diversi percorsi connessi alla tematica del turismo e dell’accessibilità.

Iniziamo subito con Sabato 26 maggio:

Appuntamento in città

ore 18.00 – Foyer del Teatro Comunale – Piazza Verdi – con I Fantastici 5 sensi: abbattere barriere mentali

a cura di Associazione Farm | Associazione Local Pal

Appuntamento “fuori porta “

ore 18.00 – ’ingresso Castiglione dei Giardini Margherita – Passeggiata per tutti a Villa Revedin

a cura di  Fondazione Silvia Rinaldi Associazione La Girobussola Istituto Cavazza

Domenica 27 maggio:

ore 15.00 – Serre dei Giardini Margherita – I Fantastici 5 sensi: abbattere barriere fisiche  

a cura di Associazione Farm | Associazione Local Pal

Sabato 1 giugno:

ore 10.00 – Museo Tolomeo/Istituto dei Ciechi F.Cavazza – Sensi dell’Appennino

a cura di Museo Tolomeo + Marco Fossati (formatore IRIFOR) | Partner: Dynamo

Domenica 2 giugno:

ore 10.00 – Casette del Doccione a Castelluccio di Porretta – Pedalata per tutti sulla cima di Monte Piella

a cura di Fondazione Silvia Rinaldi, Happy Trail MTB e Rupex.

 

Se volete saperne di più, continuate a seguire gli approfondimenti che pubblicheremo durante il Festival.